Microsoft che cambia

Posted · 3 Comments

Si parla poco di Microsoft. O forse se ne parla meno che nel passato. Ma sta facendo diverse cose interessanti. L’alleanza con Nokia è una delle due serie alternative a Apple iPhone. Sta operando nel settore del cloud e con una nuova strategia sui servizi. È molto più aperta verso open source. Adesso questa alleanza nel settore dell’editoria digitale.

Secondo me c’è da seguirli con attenzione.

3 Responses to "Microsoft che cambia"
  1. Andrea says:

    Su Window Phone credo, purtroppo, sia un caso di too little, too late mentre su Open Source: consiglio di leggere almeno questo http://www.infoworld.com/d/open-source-software/the-real-reason-behind-microsofts-leap-open-source-191251

    Sull’ultima notizia (Nook) non mi sono ancora fatto un’idea. Suona bene

  2. Marcello Semboli says:

    Non dimentichiamo che dai loro laboratori di ricerca sono usciti il tablet, il touch screen multitouch e il kinect.
    L’impero del male di Bill Gates è tramontato e Ballmer non è riuscito nella sua impresa di fargli fare bancarotta.
    Meno male!
    Adesso Microsoft è diventato un buon cittadino del mondo.
    Auguri Microsoft!

  3. Sta cambiando molto il modo di comunicare e le persone messe nei punti di contatto col pubblico e gli addetti ai lavori. Hanno forse capito che *dovevano* cambiare pelle per rilanciarsi. Non sono degli sprovveduti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>