Commentatore per caso

Sarà una mia impressione, ma in questi giorni aumentano (o sono più attive) alcune categorie di commentatori social:

  • Il casalingo di Voghera che ti spiega tutto di Euro, NoEuro e Unione Europea e che ti dice che devi studiare come lui che ha letto il libro di Tizio o Caio (non Francesco …) e che per questo si considera economista senior all’OCSE.
  • Il commentatore compulsivo che naviga su Twitter e Facebook e lascia “pillole di saggezza”, sberleffi o insulti a caso, spesso fuori contesto.
  • L’esperto di sistemi elettorali e di costituzione che ti dice perché Napolitano e Monti sono dei delinquenti e Renzi un usurpatore.
  • Il commentatore “manager” o “esperto di informatica” fai da te che ti vuol spiegare come si fa innovazione e si vince sui mercati internazionali.

Gli allenatori della Nazionale a confronto sono dei dilettanti.

Povero Paese Mio.

5 Comments

  1. Paolo Suppi said:

    Beh, non mi stupisco: capita quando la pochezza della classe dirigenziale non fornisce alcuna parvenza di soluzione ragionevole relativa ai pressanti problemi odierni, rimandando sempre e comunque le soluzioni ai posteri.

    14/07/2015
    Reply
    • Alfonso Fuggetta said:

      Così non li si risolve comunque e in più si generano confusione, qualunquismo e danni ancora peggiori.

      14/07/2015
      Reply
  2. Massimo said:

    anche in TV non sembra meglio .. in Italia anche le testate più autorevoli vengono viste spesso come fonti poco attendibili, spesso guidate da doppi fini, ed effettivamente non si tengono in piedi con un rapporto di “fiducia” con i loro lettori, che sono da sempre troppo pochi. A me viene sempre in mente Repubblica che metteva sulla home page il contatore istantaneo del debito pubblico, che scattava inesorabilmente in avanti di milioni al minuto, ovviamente quando al governo c’era Berlusconi .. e adesso ovviamente non ci pensa assolutamente …. Non c’è da stupirsi se viene dato credito a qualcuno che improvvisa.

    17/07/2015
    Reply
  3. Filippo said:

    Questo post mi sembra una sterile polemica, sotto gli standard fuggettiani…

    21/07/2015
    Reply
    • Alfonso Fuggetta said:

      Mah, a volte certe cose vanno dette. Almeno, così la penso io.

      21/07/2015
      Reply

Rispondi