Una domanda ingenua sulla RAI

Ha senso che nel 2015, all’epoca di Netflix, dei media digitali, dei social network, il CdA della più grande azienda culturale e televisiva italiana non abbia uno che si dica un amministratore che abbia un minimo di conoscenze dei media digitali e delle relative tecnologie e dinamiche?

4 Comments

  1. Alessandro Marzocchi said:

    Non ha senso.

    05/08/2015
    Reply
  2. Noi guardiamo poco le trasmissioni televisive, e la RAI quasi mai.
    Tuttavia, non so se è un caso, ogni volta che ci capitiamo appare una serie di persone anziane, che parlano, cantano o ballano. Francamente abbiamo l’impressione che il target della RAI sia la fascia over 65.
    Per cui quello che Lei dice ha perfettamente senso.

    05/08/2015
    Reply
  3. Massimo said:

    A leggere i commenti pare che non ci siano neppure grandi esperti di TV tradizionale, a parte forse Freccero, figuramoci andare oltre…

    06/08/2015
    Reply
  4. gianca said:

    La domanda da porsi è: chi lo decide, il cda? E chi controlla quel decisore?

    17/08/2015
    Reply

Rispondi