l’iPad Pro è un sostituto del notebook?

Sto provando da vari giorni l’iPad Pro (quello più grande) e sto cercando di capire se può realmente sostituire un notebook come il MacBook che sto usando ora.

Pros:

  • Stupendo schermo.
  • La Pencil non c’entra niente con gli stili che avevo usato in precedenza: il livello di risposta al tratto è elevatissimo. Non ero mai riuscito ad usare nessuno stilo e invece questo rappresenta una discontinuità enorme rispetto al passato: ora, almeno per me, è realmente usabile.

Cons:

  • Le app non sono ancora ricche come quelle su notebook. Per esempio KeyNote per iOS non ha tutto ciò che è presente nella versione OS X.
  • Si sente la mancanza del mouse/trackpad.
  • Il multitasking è molto limitato.
  • La tastiera esterna non mi pare molto comoda (oltre al fatto che non c’è il layout italiano).

È sicuramente un bellissimo strumento soprattutto per certi usi:

  1. Prendere note in modo veloce.
  2. Consultare dati/documenti.
  3. Vedere multimedia e leggere.
  4. Ausilio in riunioni o lontano dalla postazione di lavoro.
  5. Presentazioni e didattica.

Lo sto usando e lo userò, ma non può sostituire il MacBook (del quale sono peraltro entusiasta). Quanto meno per l’uso che ne faccio io. Probabilmente per altri utenti che magari fruiscono dei contenuti e non ne creano di complessi potrebbe essere invece una soluzione efficace.

6 Comments

  1. 0disse0 said:

    traccio molto spesso “mappe concettuali” durante il mio lavoro e mi incuriosisce sapere come effettivamente “rende” questo nuovo gingillo di Apple a livello di reattività del pennino, per esempio: se il movimento è fluido come sulla carta ad esempio si sente ancora quell’attrito “gommoso” tipico di altri predecessori.

    03/04/2016
    Reply
    • Alfonso Fuggetta said:

      Secondo me è molto molto naturale. Se è vicino ad un Apple Store le conviene provarlo.

      03/04/2016
      Reply
  2. Massimo said:

    come funziona l’OCR rispetto al galaxy note di Samsung ? Con il note della Samsung si prendono appunti bene, ma usare l’OCR “obbliga” ad una scrittura più che decente

    09/04/2016
    Reply
    • Alfonso Fuggetta said:

      Non ho mai usato OCR.

      09/04/2016
      Reply
  3. Massimo said:

    grazie non sapevo ci fosse questa funzione su google drive, la proverò

    16/04/2016
    Reply

Rispondi