A proposito del Fraunhofer

Spesso ci viene richiesto di essere come il Fraunhofer in Germania. Chi lo conosce sa che non è un singolo istituto ma una costellazione di circa 60 centri indipendenti che coprono tutti i settori delle scienze e tecnologie.

Per curiosità sono andato a vedere i dati dello IESE, il centro che nella galassia Fraunhofer fa un lavoro simile al Cefriel. È diretto da un collega che conosco da quasi 30 anni, Dieter Rombach.

Qui trovate tutti i dati. Per comodità riporto queste tabelle:


Hanno un numero di persone superiore a quelle del Cefriel con uno staff di supporto che è il doppio di quello del Cefriel. Fatturano in proporzione più o meno quanto il Cefriel. 

Ma come sono i loro ricavi?

  • 23% sono garantiti come finanziamento di base. 
  • Un altro 43% sono fondi pubblici.
  • Dai privati prendono il 34% dei ricavi. 

 Il prossimo che mi fa la predica su quanto sono bravi quelli del Fraunhofer …

P.S.: per vostra info, al Cefriel siamo circa 130, fatturato 2015 pari a 10.5 Milioni, finanziamento di base assente, progetti pubblici (bandi di ricerca soprattutto europei) meno del 20%. Il resto contratti con imprese, circa un terzo all’estero.

2 Comments

  1. Alessandro Ferrero said:

    Per qualcuno l’erba del vicino è sempre più verde, a prescindere… E cosa vuoi che siano i dati? Un noioso ed importuno accidente, soprattutto se non si adattano all’opinione precostituita 🙂

    25/09/2016
    Reply
  2. arthemis said:

    nel nostro paese, anche il ‘finanziamento di base’ è spesso aleatorio o in ritardo e non permette vera programmazione delle attività..

    10/10/2016
    Reply

Rispondi