Qualunquismo (o forse no)

Posted · 2 Comments

Possibile che un’isola debba restare isolata perchè i tifosi di una squadra di calcio non vogliono che vada in B? Possibile che il TAR, che ha tante cose serie da fare e che spesso è in ritardo per il carico di lavoro, debba perdere tempo per queste idiozie? Possibile che adesso dovrà intervenire il consiglio di Stato, non bastasse il tempo che abbiamo già perso?

E tutto perchè? Perchè ci sono società che non pagano le tasse e non sono in regola con le normative che dovrebbero valere per tutti.

Ma che cavolo di paese è questo?

2 Responses to "Qualunquismo (o forse no)"
  1. Stefano Grevi says:

    “Panem et circenses”

    solo che il ‘panem’ si sta riducendo per tutti…

  2. Matteo Rota says:

    Purtroppo l’intreccio tra le tifoserie organizzate, esponenti politici (locali o nazionali) e società di calcio ha prodotto effetti pessimi.

    Vi racconto questa storiella: la tifoseria dell’Atalanta era fino a poco tempo fa di sinistra. Un poco alla volta si è allontana da quest’area politica per avvicinarsi alla Lega, grazie ad uno degli esponenti di spicco della tifoseria stessa. Questo personaggio è diventato consigliere regionale (in Lombardia) nella scorsa legislatura. In questa è stato confermato è promosso a presidente della VII Commissione “Cultura, Formazione professionale, sport, informazione” (http://www.consiglio.regione.lombardia.it/wai/rlweb/notizie_immagini_testo.php?mid=6)

    Professore, se durante la sua attività istituzionale le dovesse capitare di incontrarlo, rivolga a lui il questito cha ha posto inquesto blog….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>